Padova, 15 aprile 2020

Si informa la gentile clientela che lo Studio Testa è un centro fiscale per la raccolta dati e redazione del mod. 730 grazie ad una convenzione con il Caf Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili.

Lo Studio Testa è, pertanto, a Vostra disposizione, anche per i Vs. dipendenti e/o collaboratori, per informazioni sul modello 730/2020 e per la redazione del relativo modello.

Se il contribuente affida la gestione del mod. 730 precompilato al Caf/professionista abilitato, sono necessari gli adempimenti “preliminari” di seguito riportati:

  • acquisizione apposita delega debitamente sottoscritta dal contribuente (in allegato);
  • acquisizione copia di un documento di identità del contribuente in corso di validità.

Di seguito vi elenchiamo i documenti necessari per la compilazione del 730.

Copia mod. Unico Persone Fisiche (ex 740) o mod. 730 presentato nell’anno 2019 per i redditi percepiti nel 2018 ed eventuali acconti versati, per chi si avvale per la prima volta del servizio;

Atti notarili di acquisto , vendita o successioni ereditarie fabbricati / terreni stipulati nel 2019/2020 con relativi dati catastali (se non già consegnati per eventuali variazioni compilazione deleghe F24 IMU) ;

Affitti effettivamente percepiti da gennaio a dicembre 2020, suddivisi per unità immobiliare, inquilino e tipologie di contratto (convenzionato, studenti, locazioni brevi…) – in caso di contratto convenzionato copia dello stesso;

Certificazione dei redditi da lavoro dipendente, pensione, attestazione del datore di lavoro per somme corrisposte a colf e badanti all’anno 2019 Mod. CERTIFICAZIONE UNICA 2020;

Redditi assimilabili a lavoro dipendente quali: indennità di disoccupazione ordinaria, maternità ed allattamento, indennità per inabilità temporanea erogata dall’INAIL, trattamento di disoccupazione percepito dall’INPS, indennità di disoccupazione agricola e malattia, retribuzioni corrisposte da privati (autisti, giardinieri, collaboratori familiari, altri addetti alla casa e portieri), assegni percepiti dal coniuge in caso di separazione o divorzio, compensi ed indennità corrisposti dalle Amministrazioni Statali ed Enti pubblici per l’esercizio di pubbliche funzioni, indennità percepite per attività parlamentari e cariche pubbliche, rendite vitalizie;

Documenti relativi ad altri redditi percepiti nel 2019: redditi di capitale (certificazione degli utili), redditi di lavoro autonomo, redditi di lavoro occasionale, compensi percepiti per l’esercizio di attività sportive dilettantistiche eccedenti i 10.000,00 € ;

Oneri detraibili: spese mediche e chirurgiche, spese specialistiche, protesi dentarie e oculistiche, ticket per esami di laboratorio, spese per acquisto di medicinali, spese per visite e cure di medicina omeopatica, terapie particolari accompagnate dalla prescrizione del medico, spese relative all’acquisto o all’affitto di attrezzature sanitarie, spese relative al trapianto di organi, spese relative all’assistenza specifica, spese veterinarie sostenute per animali da compagnia, spese per mezzi necessari alla deambulazione dei soggetti con difficoltà motorie, non vedenti e sordomuti, interessi passivi per mutui ipotecari su immobili, interessi passivi per prestiti o mutui agrari, interessi passivi per mutui anche chirografari accesi per la ristrutturazione straordinaria su immobili residenziali esclusivamente nell’anno 1997, premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni stipulati o rinnovati sino al 31.12.2000, premi relativi alle assicurazioni finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave, contributi previdenziali facoltativi, spese funebri, tasse scolastiche per istruzione secondaria, spese universitarie e di specializzazione universitaria, spese di istruzione per la frequenza scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado, spese per manutenzione e restauro di beni culturali vincolati, erogazioni liberali in denaro a Stato, enti , istituzioni pubbliche, fondazioni e associazioni riconosciute, spese sostenute dai genitori per il pagamento delle rette di frequenza di asili nido, spese per addetti all’assistenza personale, spese per attività sportive dei ragazzi, spese per intermediazione immobiliare, canoni di locazione studenti universitari fuori sede, spese per canoni di leasing di immobile da adibire ad abitazione principale;

Oneri deducibili: contributi previdenziali ed assistenziali INPS obbligatori, contributi versati per l’assicurazione obbligatoria INAIL contro gli infortuni domestici, contributi versati agli addetti ai servizi domestici (colf e babysitter) e per l’assistenza personale agli anziani, contributi corrisposti ai fondi di previdenza complementare, contributi alle comunità ebraiche, erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose, erogazioni versate ai paesi in via di sviluppo, spese mediche e di assistenza specifica sostenute per i portatori di handicap, spese per consorzio di bonifica, assegni corrisposti al coniuge separato risultante da provvedimento dell’autorità giudiziaria, spese sostenute per l’adozione di minori stranieri certificate dall’Ente autorizzato,

 Per chi avesse provveduto personalmente al versamento degli acconti d’imposta: IRPEF, copia dei versamenti effettuati ;

Comunicazioni di variazioni dati anagrafici nel corso del 2019/2020 : quali residenza, stato civile, figli e altri familiari fiscalmente a carico (codice fiscale);

Riacquisto prima casa: atto notarile relativo alla vecchia e alla nuova abitazione se entrambi rientranti nell’agevolazione prima casa, qualora il credito d’imposta non sia già stato utilizzato;

Trasferimento di residenza da parte di dipendenti per motivi di lavoro: copia nuovo con-tratto di locazione;

Inquilini di immobili adibiti ad abitazione principale: copia contratto di locazione stipulato ad uso abitativo o rinnovato secondo quanto disposto dalla L. 431 del 1998 (c.d. Contratti Convenzionali);

Agevolazione 36% – 50%: copia fatture e relativi bonifici bancari a comprova del pagamento, comunicazione e raccomandata della richiesta per l’agevolazione inviata al centro operativo di Pescara (per ristrutturazioni fino a maggio 2011);

Interventi per il risparmio energetico 55% – o 65% : copia fatture e relativi bonifici bancari a comprova del pagamento, comunicazione all’Enea;

Bonus arredo 50% : copia fatture e relativi bonifici bancari a comprova del pagamento per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, solo se destinati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione edilizia;

Sisma-bonus 70% – 80%: copia fatture e relativi bonifici bancari a comprova del pagamento per interventi antisismici in zona ad alta pericolosità;

Eco-bonus 75% – 85%: copia fatture e relativi bonifici bancari a comprova del pagamento per interventi antisismici in zona ad alta pericolosità realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali;

Art-bonus 65%: consente un credito di imposta, a chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano. Copia del documento che certifica l’erogazione in denaro con la causale di versamento che identifica oggetto/ente beneficiario.

Vi alleghiamo inoltre dichiarazione sostitutiva e scheda per la scelta della destinazione 8*1000, 5*1000 e 2*1000 debitamente compilata e sottoscritta.

Qualora siate interessati, Vi preghiamo di contattarci entro il 30/06/2020.

Ringraziando per l’attenzione, cogliamo l’occasione per porgervi distinti saluti.